RIABILITAZIONE FUNZIONALE MOTORIA

La rieducazione funzionale motoria è una tipologia di riabilitazione volta a ripristinare la corretta funzionalità di apparati osteoarticolari compromessi da lesioni dovute ad un evento traumatico oppure ad una patologia sistemica; per questo è importante che il trattamento riabilitativo sia iniziato il prima possibile.

La riabilitazione funzionale motoria consiste, nello specifico, nell'effettuare:

• mobilitazioni (passive, attivo-assistite e attive);
• contrazioni isometriche e isotoniche;
• stretching;
• rieducazione motoria segmentaria e globale, rieducazione funzionale;
• ginnastica propriocettiva;
• rieducazione al passo.

Questo tipo di riabilitazione viene effettuata in ambito ortopedico e traumatologico, e più precisamente nei seguenti casi:

• recupero post operatorio (dopo protesi/artroscopia di spalla, protesi d'anca e ginocchio,
interventi chirurgici a tendini, ricostruzioni di legamenti);
• recupero dopo infortuni o traumatismi dell'apparato locomotore (fratture, lussazioni, distorsioni);
• recupero da rigidità articolari, retrazioni muscolo-tendinee, ipo-atrofie muscolari, atteggiamento
posturale inadeguato, paramorfismi del rachide, ecc.

La riabilitazione funzionale motoria può essere eseguita su diversi segmenti corporei, come:

• arti superiori: patologie della spalla (sindrome da conflitto, tendinite della cuffia dei rotatori,
periartrite, instabilità di spalla ecc.) patologie del gomito (epicondilite, epitrocleite ecc.)
patologie del polso e della mano (sindrome del tunnel carpale, rizoartrosi ecc);
• arti inferiori: patologie dell'anca (coxartrosi, sindrome del piriforme, pubalgia ecc), patologie del
ginocchio (sindrome femoro-rotulea, tendinite della zampa d'oca, lesioni meniscali parziali ecc.),
patologie del piede-caviglia (distorsioni, spina calcaneare, fascite plantare ecc.);
• rachide: paramorfismi (scoliosi, cifosi, rettificazione del rachide), cervicalgia, lombalgia,
protrusione e/o ernia discale, discopatie.