IONOFORESI|TENS

La ionoforesi consiste nella somministrazione di un farmaco per via transcutanea sfruttando la polarità del medicinale utilizzato (positivo o negativo), la polarità degli elettrodi (positivo e negativo) ed il flusso delle cariche elettriche attraverso i tessuti.
Si ottiene così una maggiore azione in loco rispetto alla somministrazione del farmaco per via orale.
La ionoforesi viene impiegata soprattutto nel trattamento degli stati dolorosi ed infiammatori articolari (artrite, artrosi, condropatie, sinoviti, ecc.) e dei tessuti molli (tendinopatie, entesopatie, sciatalgie, neuroma di Morton ecc.)

La stimolazione nervosa elettrica transcutanea (TENS) fa parte delle elettroterapie antalgiche ed è la più usata in ambito fisioterapico perché ben tollera dai pazienti.
Può indurre la riduzione del dolore attraverso meccanismi differenti quali la produzione di endorfine (TENS endorfinica) o la "saturazione" delle vie nervose che portano l'informazione del dolore al cervello (TENS classica).
La TENS è indicata in particolar modo nella fase acuta di tutte le patologie che riguardano le articolazioni (artrosi, lombalgie, cervicalgie ecc.) ed i tessuti molli (lesioni muscolari, tendinopatie, lesioni legamentose nevralgie ecc.).