TECARTERAPIA

Il termine T.E.CA.R sta a significare: TRASFERIMENTO ENERGETICO CAPACITIVO E RESISTIVO; questa recente metodica riabilitativa si avvale di un macchinario che, sfruttando il principio del condensatore, determina uno spostamento di cariche elettriche. Queste stimolano i tessuti producendo calore direttamente dall’interno (CALORE ENDOGENO), determinando vasodilatazione e quindi un maggior afflusso di sangue nella zona sottoposta a trattamento. Come conseguenza vi è innanzitutto un maggior apporto di ossigeno e di sostanze nutritive che servono alla guarigione del tessuto (muscolare, osseo, tendineo o nervoso), in secondo luogo si ha l’eliminazione dei cataboliti, (prodotti di scarto del metabolismo cellulare) e dei prodotti dell’infiammazione che ci fanno sentire il dolore.

Il trattamento viene eseguito mediante l’utilizzo di una piastra fissa (elettrodo neutro) e l’alternanza di due elettrodi:

- Capacitivo, rivestito con materiale isolante (ceramica o corindone) agisce sugli strati più
superficiali del corpo (effetto di biostimolazione, un drenante, antiedemigeno, sedativo e
decontratturante.

- Resistivo, d’acciaio, agisce più in profondità e sui tessuti a maggiore resistenza come tendini,
passive,legamenti, fibro-cartilagini, ossa e nervi e la sua applicazione è abbinata a
mobilizzazioni attivo-assistite e contro resistenza per aumentare il range di movimento
(effetto antalgico e profondo).

Il centro si avvale di operatori esperti nell’utilizzo di questa metodica così efficace e di macchinari di ultima generazioni quali WINBACK e TSEM ATR MED.

Le indicazioni terapeutiche della Tecarterapia sono molteplici: artropatie da malattie autoimmuni, capsuliti, cervicalgie, cervicobrachialgia, condropatia, coxalgie, coxartrosi, cisti di Backer, deficit articolari, distorsioni, epicondilite, epitrocleite, fascite plantare, gonartrosi, lesioni traumatiche acute muscolari, tendinee e legamentose, lombalgia, lombosciatalgia, meniscosi, metatarsalgia, mialgie, periartrite, patologie adduttorie, rachialgie, riabilitazione post chirurgia (interventi di arto protesi, ricostruzione legamenti), sindrome del Tunnel Carpale, sindrome Cuffia dei rotatori, tendiniti, traumi contusivi e osteoarticolari.